Gaetano Brugnano

Gaetano Brugnano nasce nel ’58 in provincia di Crotone; il suo percorso artistico si sviluppa in un armonico intreccio fra arte ed artigianato, sempre col fine di creare forme dove la fruibilità sia il più gradevole possibile.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Negli anni settanta frequenta il liceo artistico e contemporaneamente lavora in botteghe di falegnami e cantieri edili.
Acquisisce così la padronanza dell’intaglio e dell’uso del cemento, abilità che gli verranno molto utili quando svilupperà il suo linguaggio scultoreo nel legno, nel cemento o nella pietra.
Dopo essersi diplomato, negli anni ’80 apre e gestisce insieme al fratello un laboratorio di restauro dei mobili antichi e si dedica anche alla liuteria.
Nell’occasione della visita alla mostra antologica di Boccioni, a Reggio Calabria, viene fortemente attratto dal quel linguaggio così forte ed efficace ma soprattutto cosi corrispondente alla sua sensibilità.
Da lì la decisione di iscriversi all’accademia di Belle Arti di Reggio Calabria al corso di scultura.
Durante l’ultimo anno di frequenza riceve la commessa di una scultura per la motorizzazione civile di Reggio Calabria, per questo lavoro sceglie di usare il cemento e riesce a fare una sintesi di tutto il suo percorso fin qui raggiunto.
Terminati gli studi, inizia ad insegnare scultura all’istituto d’arte di Verona.
In questo periodo riesce anche ad applicarsi alle sue forme scultoree realizzando opere in gesso e terracotta.
Nel ’92 incontra la sua attuale moglie, anch’essa scultrice che lo fa appassionare all’uso del marmo e delle pietre dure.
Il suo linguaggio si fa più maturo, sia nei lavori liberi che nelle commesse che affronta con grande determinazione; la sua passione per la scultura ora lo porta ad imprimere nel marmo e nella pietra, forme fortemente caratterizzate sempre più personal e riconoscibili.
Linee, piani e volumi si compongono quasi in un ingranaggio in movimento per evocare immagini di energia e di forza.

 

Gaetano Brugnano

Gaetano Brugnano was born in 1958 in the Southern Italian province of Crotone. His artistic formation came about through a mixture of art and craft. His works concentrate greatly on form, above all on form and stature. He began sculpting in the 1970’s while working as a carpenter in industrial woodworking shops and construction sites where he achieves a high level of craftsmanship with wood and cement which later will prove extremely useful and revealing when he will begin to creates his own artworks. After finishing art school he opened an art and antiques restoration laboratory with his brother as well as beginning to specialize in lute making. Later he became attracted to abstract sculpture thanks to an encounter with Boccioni, whose works reflect his own formal tendencies and sensibilities in sculpture. As a result he applied to the Art Academy of Reggio Calabria getting his first commission from a local institution and through the use of cement he creates a work of art wich shows the experience and the mastery gained in his path. After his studies he went to Verona to teach in the art institute. During his time as professor Gaetano was able to perfect his skill with gesso and clay. In 1992 he met his wife Elena who shares the same interest and passion for sculpture and art, passion that awakes his desire to work with marble and stone. His language matures as he faces his works with determination as new forms come to life his personal style becomes more personal and recognizable. Lines, planes and volumes stir in his art evoking energy and strength.